Le Tecnologie di GESTWEB Research - childKEY

childKEY - Metadata

La tecnologia controlla la preèsenza del Metadata childKEY. In caso positivo la pagina “html” del sito viene catalogata tra quelle autocertificate. L’inserimento di un metadata in tutte le pagine html visibili, siano esse statiche o dinamiche, consente alla Tecnologia childKEY di discriminare tra contenuti visibili e non visibili ai minori. L’adozione di un metadata consente alla tecnologia una standardizzazione e una diffusione a costo zero per tutti i costruttori e web masters di siti Internet. ll mancato inserimento del Metadata childKEY da parte dei gestori di siti visitati da minori comporta l’inclusione del sito nella Black-List dei siti sconsigliati ai minori, compilata e aggiornata dalla fondazione Safety World Wide Web Onlus.
L’informativa di presenza di minore comporta l’obbligatorietà all’autocertificazione se i contenuti diffusi in rete non sono visibili ai minori
conformemente alle disposizioni legislative vigenti in italia o in Europa. L’uso del Metadata childKEY è licenziato gratuitamente e così pure il software per l’inserimento automatico dello stesso se il sito contiene molteplici pagine . Le condizioni di licenza prevedono che l ’autocertificazione avvenga sulla base delle norme Europee o Italiane inerenti la protezione dei minori.
Come è formulato il Metadata childKEY:

• Per siti visibili ai minori: <meta name =”swww.childkey” content=”childkey.green”>

• Per siti non visibili ai minori: <meta name =”swww.childkey” content=”childkey.red”>

N.B.: il Metadata childKEY certifica ogni singola pagina Html del sito e non il sito. Quindi un sito potrebbe contenere sia pagine visibili che pagine non visibili ai minori, mantenere anche in presenza di queste ultime le barre di navigazione (sempre che le stesse siano visibili). I siti con metadata “green” vengono comunque sottoposti a Parsing a titolo cautelativo.