banner per le news

11-11-2008

PROTEZIONE SPECIALE PER I MINORI

Camera – (ddl 665 e abb.) Disposizioni in materia di pedofilia. Istituzione del Garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza.

Pugno di ferro contro la pedofilia per garantire la massima tutela dei minori. Al momento sono già sette le proposte di legge, all’esame della commissione Giustizia della Camera dei deputati, che prevedono una serie di interventi sia in termini di prevenzione che di repressione del fenomeno. Presupposto comune è che la rete internet è utilizzata non solo per la divulgazione di materiale pedopornografico, ma anche per la diffusione di una vera e propria apologia della pedofilia, e quindi per istigare a commettere tali atti. Da qui la proposta di introdurre nel nostro ordinamento una nuova fattispecie penale, quella della “pedofilia e pedopornografia culturale”, ravvisabile nella condotta di tutti coloro che, servendosi di qualsiasi mezzo e forma di espressione, compreso il mezzo telematico, legittimano pubblicamente, diffondono giudizi atti a legittimare, istigano alla commissione o effettuano apologia delle condotte riferibili a: prostituzione minorile, pornografia minorile, detenzione di materiale pornografico, pornografia virtuale, iniziative turistiche volte allo sfruttamento della prostituzione minorile, atti sessuali con minorenni, violenza sessuale e corruzione di minore. Tra le nuove fattispecie di reato in discussione anche l’omessa denuncia di un reato in danno dei minori e l’adescamento dei minori attraverso l’utilizzo di artifici, lusinghe o minacce.
Sempre sul fronte delle misure di prevenzione, si prevede che con l’avviso orale che precede l’applicazione della misura di sicurezza, il questore, quando la persona risulti pericolosa per l’integrità fisica o morale dei minorenni, possa imporre anche il divieto di possedere o comunque utilizzare videofotocamere digitali e mezzi informatici o telefonici idonei all’accesso e alla navigazione in Internet.

Fonte: POLIZIA MODERNA. IT


X