banner per le news

01-11-2008

Giornale di Brescia del 01-11-2008 Pag. 12

NELLE AULE COMPUTER COL FILTRO

Potenziamento delle dotazioni informatiche per il liceo Foppa, l’Accademia Santa Giulia, Machina Institute, Centro San Clemente, Cfp Francesco Lonati - 200 postazioni educative

La presentazione del potenziamento informatico del Foppa Group.
Un impegno che ha richiesto una spesa di 207mila euro

Cresce la dotazione tecnica, aumentano i contatti con le imprese nell’ambito di un interscambio che diviene progettualità, ed al tempo stesso la sicurezza nell’ambito delle nuove tecnologie. L’autostrada delle informazioni, indispensabile per studiare e lavorare, presenta, nel potenziamento voluto dalla Cooperativa Foppa Group, alcune reti di controllo che consentono, come dice lo slogan dell’iniziativa, di innovare e tutelare «per una scuola all’avanguardia, ma sicura». La vastità della rete, come ben sappiamo, presenta aree di sosta diseducative o gorghi nei quali i giovani navigatori possono cadere. L’opera di potenziamento e protezione delle dotazioni informatiche è stata presentata ieri da Giovanni Nulli e Giovanni Lodrini, presidente ed amministratore delegato del Gruppo Foppa, dall’amministratore delegato di Gestweb Research, Samuele Vinati, e da Paolo Zanzottera, responsabile dell’area informatica del gruppo Foppa.

Una cordata per la formazione
All’incontro, in rappresentanza dei partner del progetto, sono intervenuti, Gino Trombi, presidente della Fondazione Banca San Paolo di Brescia, Giacomo Gnutti, presidente della Fondazione Comunità bresciana, Fausto Lonati, presidente della Fondazione Lonati, Giuseppe Colosio, Dirigente dell’ufficio scolastico provinciale, Giampaolo Mantelli, assessore all’Istruzione della Provincia di Brescia, Aristide Peli, vicepresidente della Giunta del Broletto, Andrea Arcai, assessore alla cultura e all’istruzione della Loggia. Nella sala della Cooperativa Foppa group anche Daniele Saottini, direttore dell’Ufficio scuola della Diocesi, Elena Panteghini, preside del Liceo artistico Foppa, Riccardo Romagnoli, direttore dell’Accademia Santa Giulia e Machina Institute, Elisa Remondina, responsabile del Centro San Clemente, Alessandro Bianchi, responsabile del Cfp Lonati.
L’incontro ha messo in luce, come hanno ricordato Nulli e Lodrini, il notevole rilancio dei settori informatici - il Foppa fa parte delle 40 eccellenze nazionali riconosciute dal Ministero - in una situazione di totale sicurezza per gli allievi.
Il potenziamento dei sistemi
«Sono stati implementati i sistemi esistenti - hanno detto Nulli e Lodrini - con nuovi hardware e software all’avanguardia ed i circa 200 computer sono stati adottati di programmi innovativi che proteggono i giovani dai pericoli internet e che li educano alla legalità». Da un lato, infatti, si corre il rischio che i ragazzi, nel corso delle ore scolastiche vengano a contatto con materiale diseducativo; dall’altro i giovani potrebbero essere attratti dalla possibilità di scaricare programmi, musiche o comunque materiale protetto da copyright. L’educazione passa attraverso percorsi che conducano a navigazioni utili, sicure e lecite. Le realtà educativa della cooperativa, è stato detto, «è da molti ritenuta un’istituzione formativa efficiente ed efficace fortemente radicata sul territorio; ha cercato di mantenersi all’avanguardia e di dare una risposta concreta nel campo della cultura, dell’educazione e della formazione di giovani ed adulti, dando assoluta priorità ad una reale e fattiva collaborazione tra scuola e mondo del lavoro e rivolgendo una particolare attenzione all’innovazione tecnologica, mettendo a disposizione di studenti e utenti attrezzature e sistemi informatici sempre all’avanguardia. Tutto ciò con il fine della realizzazione di una concreta possibilità di consegnare ai giovani gli strumenti necessari per avviarsi alla professione o per inserirsi nel mondo del lavoro». L’intervento globale nell’ambito informatico ha avuto un costo di 207mila euro. Acquistate e installate su tutte le 200 postazioni informatiche sistemi Key student e Radix Relod che disincentivano gli studenti a scaricare illegalmente materiale dalla rete.


X